18 Marzo 2019

Un esercizio che ti cambia la vita

A volte capita: trovi un esercizio che è talmente potente che ti cambia la vita. Addirittura ti aiuta a rialzare la tua chimica, tutti quei processi di cui gli scienziati parlano e che spesso a me sembrano austro-ungarico.

Questo esercizio mette buon umore, ti aiuta a guardarti da fuori, a capire cosa vuoi e a essere immensamente grata per tutta la strada che hai fatto.

Puoi farlo da sola di fronte allo specchio, oppure è super mega potente se lo fai con un’altra donna, o anche con un gruppo di donne. L’ho imparato da una delle mie maestre Mama Gena, di cui ho frequentato il Mastery della School of Womanly Arts nella primavera 2015 (potentissimissimo!!!).

Puoi usarlo per il lavoro o per la tua vita. Non importa per cosa, basta che lo fai.

L’importante è che tu comprenda che serve a te come donna.

Per amarti, apprezzarti, adorarti, accettarti.

Usalo per alzare la tua energia se sei scazzata, se invece sei serena usalo per gratificarti e per amarti. Perché? Ma semplice, perché te lo meriti!!

Ma bando alle ciance. Eccoti la TRINITY!!!!

  1. BRAG o FIEREZZA, cioè quello per cui ti vuoi vantare o per cui ti senti super fiera. Questo è difficile. Nel senso che noi donne non siamo molto abituate a “tirarcela”. Se ti è capitato di lavorare con me sai che ormai è un must nel mio lavoro e che superate le prime resistenze è una figata. Quindi, ecco l’esercizio bando alle timidezze e condividi quello per cui sei fiera di te.
  2. GRATITUDINE cioè quello per cui sei grata. La tua vita non può migliorare di un cm se non sei grata per quello che hai. Anche se il tuo lavoro ti fa schifo, anche se il tuo modo di vivere non ti piace per nulla… sappi che puoi essere grata per un sacco di cose. Per l’aria che respiri (forse non a Milano in questi giorni), per il cibo che hai, per le persone che ti amano…Insomma, non è detto che tu debba essere grata solo per grandi cose. Puoi esserlo per le piccole. Trova il lato positivo di quello che stai vivendo, magari anche di quello che non ti piace più di tanto.
  3. DESIDERI questo a me è quello che all’inizio veniva più difficile di tutti e tre. Capire cosa desideravo. Per così tanto sono stata abituata a volare basso, mi sono tarpata le ali (da sola, assolutamente da sola), mi sono ingannata con l’idea di non avere bisogno di nulla e di non volere nulla…per così tanto che quando ho iniziato a domandarmi quali fossero i miei desideri la mia mente era vuota!!! Poi ho imparato!!! A scrivermeli, a esprimerli e anche a realizzarli. Giusto l’altro giorno stavo rileggendo 100 desideri scritti l’anno scorso e la maggior parte li ho realizzati.

Se la fai in coppia con un’altra donna a turno si dice la propria Trinity. Alla fine di ogni parte c’è una formula particolare: alla fine del brag-fierezza si dice “well bragged” o “ben detto/bella fierezza”; alla fine della gratitudine si risponde con “Grazie”; alla fine dei desideri chi ascolta dice “che tutti i tuoi desideri si realizzino e anche molto di più”.

Vivi Accesa!

Comincia a celebrarti e a ridarti il valore che meriti con questa bellissima pratica

Altri articoli simili…

Tu che puoi

Tu che puoi far l’amore con chi vuoi. Tu che puoi darti piacere quando vuoi. Tu che puoi portare i...

leggi tutto

Ti vedo

Ti vedo. Insoddisfatta di parti della tua vita e questa sensazione sorda e fastidiosa che ti...

leggi tutto

Sfigata

Ho riflettuto a lungo negli anni, essendo io un'anticonformista di natura, sul concetto...

leggi tutto
Elisa

Elisa

Mi chiamo Elisa, sono la SacerdoSex Attivatrice di Piacere, e ti aiuto a tornare ad amare il tuo corpo e godere, risvegliando la tua natura orgasmica e la tua sensualità.
Sono qui per te. Per farti sentire al sicuro nella tua femminilità e far riaffiorare la parte più viva di te. Leggi di piu…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *