1 Ottobre 2019

Perché devo sempre fare io il primo passo?

Ma perché io e non lui?
Se lui non mi bacia mai perché lo dovrei fare io per prima?

Sono tra le frasi che sento di più quando parlo con le donne e riguardano, a fasi alterne, il perdonarsi, il piacere, il ridere insieme, il parlare, il confrontarsi, il dare amore, l’abbracciarsi.

A me è successo di finire nel pozzo dell’autocommiserazione perché a mio parere non ricevevo abbastanza abbracci, baci e parole dolci.
Questa mancanza mi rendeva cieca e un lamento ambulante.

Il fatto è che io e il mio uomo avevamo due modi diversi di vedere l’affetto: lui aveva un modo diverso di prendersi cura di me, per esempio cucinando manicaretti o dimostrandomi di essere attratto da me nonostante i kg in più (cosa che ovviamente allora consideravo praticamente impossibile visto che io mi facevo praticamente schifo).

In più ogni volta che lui mi dava quello che desideravo, una vocina bastarda dentro di me mi diceva “ma lo starà facendo perché lo sente o perché gliel’ho chiesto?”.

Insomma, in definitiva non ero mai davvero contenta.

Tutti questi bei discorsi avvenivano per lo più nella mia testa, e tutte le volte che davo voce ai miei pensieri mi sentivo ancora peggio.

Perché non è il cosa dici e il come lo dici, ma soprattutto da dove viene quello che dici.

Io parlavo dall’Elisa che non si sentiva mai abbastanza, mai davvero amata e soprattutto poco degna di meritare Amore. Parlavo dall’Elisa che aveva una paura fottuta e quindi trovava tutti i motivi per poter fuggire.

A un certo punto ho smesso di recriminare come una pentola di fagioli. L’altro giorno una cliente mi ha chiesto come avessi fatto a trasformare questa situazione ed ecco qui alcuni strumenti per uscire dalla sindrome del “devo fare sempre tutto io?!”.

  • Concentrati su quello che vuoi provare nella tua relazione e non su quello che non vuoi.
  • Cambia il “non mi baci mai” in un bel bacio appassionato che dai tu.
  • Datti tanto amore tu per prima.
  • Cerca di comprendere quale parte di te parla come una pentola di fagioli e cosa sta cercando di dirti.
  • Trasloca dalla testa al cuore/corpo ballando, dandoti piacere, respirando consapevolmente, camminando in natura

in pratica ti chiedo di ri-allinearti con te stessa.

Basta. Il mondo ha bisogno di donne felici o che cercano la felicità, non di donne malmostose e mai contente.

ViviAccesa ❤️?

Intanto perché non iniziare ad accendervi con un meraviglioso esercizio da fare insieme?

Altri articoli simili…

Tu che puoi

Tu che puoi far l’amore con chi vuoi. Tu che puoi darti piacere quando vuoi. Tu che puoi portare i...

leggi tutto

Ti vedo

Ti vedo. Insoddisfatta di parti della tua vita e questa sensazione sorda e fastidiosa che ti...

leggi tutto

Sfigata

Ho riflettuto a lungo negli anni, essendo io un'anticonformista di natura, sul concetto...

leggi tutto
Elisa

Elisa

Mi chiamo Elisa, sono la SacerdoSex Attivatrice di Piacere, e ti aiuto a tornare ad amare il tuo corpo e godere, risvegliando la tua natura orgasmica e la tua sensualità.
Sono qui per te. Per farti sentire al sicuro nella tua femminilità e far riaffiorare la parte più viva di te. Leggi di piu…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *